giovedì 14 marzo 2013

Niente di nuovo sotto il sole...Eletto il 6° "Pontefice" modernista della "nuova Chiesa Conciliare"...

13 dicembre 2012, Bergoglio alla sinagoga del tempio NCI-Emanu El della "Fundación Judaica", in compagnia del rabbino "progressista" Sergio Bergman.

ARGENTINA 
III Encuentro Fraterno della Comunión Renovada de Evangélicos y Católicos en el Espíritu (CRECES)

Sotto il patrocinio del primate argentino  il card. Jorge Mario Bergoglio, Arcivescovo di Buenos Aires,  che si “sottopone” volentieri agli eretici con il gesto incredibile  di inginocchiarsi e di farsi “benedire”.


Il "cugino" dello Spirito Santo ha eletto un altro modernista patentato secondo il suo "cuore" che puzza di zolfo...

9 commenti:

  1. Continua la notte buia della Chiesa di Cristo, ed avanza a passi lunghi la nuova chiesa mondialista fondata dal concilio vat.II e dai
    massoni protestanti insiene a tutte le chiese sincretiste.
    E' il Venerdi Santo, ma un giorno ritornera' anche il sabato della Risurrezione. Dobbiamo solo pregare ed avere Fede in Lui. Fatima si avvera ogni giorno di piu'.

    RispondiElimina
  2. Questo qui mi pare un ibrido tra roncalli e montini. Temo lanci il vaticanoterzo.
    Estote parati.

    RispondiElimina
  3. Ieri sera ho letto che ha invitato il rabbino Di Segni per la sua cerimonia di insediamento in San Giovanni in Laterano, auspicando di poter proseguire sulla strada del dialogo iniziata dai suoi predecessori.
    Ma non era stato proprio Di Segni a dichiarare (e neppure troppo tempo fa) che Gesù era un impostore e che loro (gli ebrei) avevano fatto bene a metterlo in croce?
    Davvero peggio di così questo individuo non poteva cominciare...non so perchè ma sento in questa persona qualcosa di molto strano...sembra quasi che l'elezione a papa non l'abbia scomposto minimamente, che "sapesse" già che avrebbero eletto lui (ma sia chiaro che è solo una mia impressione).
    Albino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo,
      che fosse praparato alla votazione è sicuro, visto che all'ultimo conclave c'era stato il ballottaggio finale fra lui (considerato progressista) e Ratzinger (considerato conservatore). Poi i voti prevalsero per Ratzinger, altrimenti lo avremmo come papa già da otto anni.

      E sicuramente non avrebbe sdoganato la Messa Antica (in questo bisogna ringraziare B.XVI, pur con tutte le riserve del mondo), considerato che nella sua diocesi non ha permesso l'applicazione del Summorum Pontificum....

      (Anch'io non ho avuto una bella sensazione quando è uscito sul balcone, sembrava che quel vestito bianco non c'entrasse niente con lui.... rifiuta ogni cosa che ricordi o rappresenti l'Istituzione-Chiesa... vuole dare una spallata all'Edificio e riportare la Fede alla semplicità e povertà evangelica degli inizi.
      Andrebbe anche bene, se tutto questo non fosse imbastardito dai principi del Modernismo, che trasformano l'autenticità evangelica inevitabilmente in un carrozzone universale in cui c'è posto per tutti, tranne che per i cattolici veri, quelli legati alla Tradizione della Dottrina Cattolica.

      Preghiamo ardentemente per lui, perchè nella sua buona fede (secondo me abbastanza evidente, ma spero tanto di non sbagliarmi) è di una testardaggine infinita, che potrebbe rivelarsi buona per bastonare ben bene gli uomini della Curia Romana, ma potrebbe anche portare dei danni incalcolabili alla vera Fede Cattolica....

      Elimina
  4. Intervengo di rado in discussioni come queste, anche perchè si è detto sin troppo(e sempre le stesse cose).
    Comunque, con tutte le riserve(più che riserve anzi)sulla questione dei "fratelli maggiori", è poco salutare a mio parere che tutta la questione sulla Chiesa di Roma(e sul Vaticano II) sia diventata così "giudaico-centrica" da parte di certi ambienti "tradizionalisti"(o come si voglia chiamarli) da considerarne il suo nucleo essenziale nel "è/ci sembra amico degli ebrei oppure no"...
    Questione non di poco conto ma di secondario conto(se si crede nella provvidenza agente nella Chiesa e nella preghiera nell'unità dei Cristiani), se nella prima omelia il Santo Padre esordisce abbattendo i nuclei del catto-progressismo e del catto-modernismo, ovvero la non-esistenza del demonio(e la "svuotatezza" "dell'inferno cara al sig.Arguello e a chi vuole unificare la dottrina Cattolica con quella corrotta Ebraica) e la riduzione della Sposa di Cristo a "banale ONG", accomunati dal sincretismo secondo cui una qualsiasi via è buona, a prescindere dal Signore.
    Non pretendo certo che "con buone intenzioni"(che peraltro in quanto tali sono soggettive)si accetti tout-court di rientrare in un gregge con tante pecore nere e molti problemi da risolvere, ma partire da lettere al rabbino Segni e foto in sinagoghe mi pare svilire la questione che è certamente più alta e complessa.
    (parentesi, considerare la questione ebraica sempre più dal punto di vista "esteriore" fa il paio con il "pizzocentrismo" di cui, spesso a torto, accusano molti di voi(permettetemi il "voi"), e che rischia di svilire il discorso sulla messa antica).
    PS:Non è esatto che Bergoglio abbia disubbidito al Summorum Pontificum.
    Alcuni parlano del fatto che non fosse entusiasta, in ogni caso nella sua diocesi è stato applicato(non conosco i dettagli, visto che ci sono diverse fonti dirette quasi opposte sul come è stato applicato).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente la questione è più complessa, ma ho solamente constatato un dato di fatto. Il papa ha invitato alla sua cerimonia di insediamento un individuo che ha apertamente dato dell' impostore a Cristo e, di conseguenza, alla fede Cattolica. Alcune cose che ha detto sono anche belle, come alcune cose che ha già compiuto, ma un papa lo si riconsoce per tale se mantiene integro l'insegnamento del Magistero di sempre della Chiesa, compresi i gesti che compie. L' ecumenismo non rientra tra questi, così come la preghiera per l'unità dei cristiani come è intesa oggi. La vera preghiera per l'unità dei cristiani è che eretici e scismatici ritornino alla fede cattolica. Ed è quello che la Chiesa Cattolica ha sempre fatto fino al 1958. Quanto accade sotto i nostri occhi, con preghiere comuni, è invece eresia pura, condannata da tutto il Magistero del passato e rimarcata come tale ancora da papa Pio XI nella sua enciclica Mortalium Animos, che smonta totalmente tale dialogo ecumenico.
      Albino

      Elimina
    2. Non si potrebbe dir meglio, sig. Albino. Condivido in pieno.

      Elimina
  5. Anch'io condivido quanto scrive Albino.
    Ho una gran brutta sensazione su questo Bergoglio.
    E ho la gran brutta sensazione che sia proprio il cugino dello Spirito Santo che ha agito nel conclave.
    Troppi indizi lo svelano. E le frasette buttate lì che fan sperare i fedeli, fanno parte di quel "così ho detto-così non ho detto" della mente modernista che confonde i fedeli perchè i pastori stessi son confusi.
    Andare a omaggiare le sinagoghe fa parte di quel voler quieto vivere col mondo, di cui la Chiesa militante ne ha le scatole piene dato che è decenni che si lecca il mondo terreno, mentre poi si piange perchè non ascolta il papa di turno...
    Aggiungasi che in Sud America la Massoneria va alla grande e non meraviglia che il B'rnai-B'rith saluti calorosamente l'elezione di un loro amico (Bergoglio) , se non confratello...(è dubbio, sia chiaro, non ho alcun documento a riguardo)

    RispondiElimina
  6. ...anche lui ha capito chi abbiamo davanti:

    http://www.leggo.it/LeggoNews/PANORAMA/20130319_papa-bacia-bimbo-san-pietro_top.jpg

    RispondiElimina